Questo sito può utilizzare cookies tecnici e/o di profilazione, anche di terze parti, al fine di migliorare la tua esperienza utente.

Proseguendo con la navigazione sul sito dichiari di essere in accordo con la cookies-policy.   Chiudi

CONTRIBUTO A FAVORE DELLE FAMIGLIE CON FIGLI MINORI DISABILI

 

 
La Legge della Regione Toscana n. 54/2021 del 28.12.2021, all'art. 19, ha confermato, anche per l'annualità 2022, un contributo finanziario annuale a favore delle famiglie con figli minori di 18 anni disabili.
 
 

 

Di seguito le principali indicazioni riportate nell'art. 19 della L.R. n. 54/2021 "Disposizioni di carattere finanziario. Collegato alla Legge di Stabilità per l'anno 2022 - Contributo a favore delle famiglie con figli minori disabili":
 
 
  • Si tratta di un contributo annuale una tantum per il 2022 pari ad euro 700,00, a favore delle famiglie in possesso dei requisiti sotto specificati, per ogni minore disabile ed in presenza di un’accertata sussistenza nel disabile della condizione di handicap grave di cui all'articolo 3, comma 3, della legge 5 febbraio 1992, n. 104 (Legge-quadro per l’assistenza, l’integrazione sociale e i diritti delle persone handicappate).

 

  • Ai fini dell’erogazione del contributo è considerato minore anche il figlio che compie il diciottesimo anno di età nell’anno di riferimento del contributo.

 

  • I contributi sono concessi dal comune di residenza del richiedente a seguito di istanza presentata entro il 30 giugno 2022. L’istanza di concessione del contributo è presentata dalla madre o dal padre del minore disabile, o da chi esercita la responsabilità genitoriale. I contributi concessi sono comunicati alla Regione, che provvede ai relativi pagamenti.

     

  • I requisiti per la concessione del contributo sono i seguenti: a) il genitore che presenta domanda deve far parte del medesimo nucleo familiare del figlio minore disabile per il quale è richiesto il contributo; b) sia il genitore, sia il figlio minore disabile devono essere residenti in Toscana; c) il genitore che presenta domanda e il figlio minore disabile devono far parte di un nucleo familiare convivente con un valore dell’indicatore della situazione economica equivalente (ISEE) non superiore ad € 29.999,00.

 

  • Le istanze di concessione dei benefici sono redatte secondo uno schema-tipo approvato con decreto del dirigente regionale competente per materia e sono corredate da certificato comprovante l'handicap grave di cui all’articolo 3, comma 3, della l. 104/1992 e dall'attestazione ISEE in corso di validità.

 

Modulistica:

 

 

 

 

 

 
POLITICHE SOCIALI